lunedì 20 febbraio 2017

Blog planning: perché è importante


Giorno dopo giorno, io passo parecchie ore su internet: per studio, per svago, per lavoro. E giorno dopo giono vedo blog che nascono e muoiono per mancanza di un piano preciso da parte dell'amministratore. Anni fa una mia amica aprì un bookblog e lo chiuse dopo quasi un anno in cui aveva postato pochi contenuti a cadenza del tutto irregolare.

Non so se ve lo ricordate, ma circa un anno fa io sono stata lontana dalla blogosfera per un paio di mesi a causa di una piccola crisi personale e ve ne parlai qui. Quando sono tornata me ne sono accorta: i risultati di due mesi di inattività si sono sentiti eccome. Al mio ritorno ho dovuto lavorare, produrre contenuti di qualità per rimettermi in carreggiata.

Il mio, per via degli argomenti, è un blog che è seguito principalmente da utenti anonimi: ci sono pochi aficionados (che io ringrazio molto). Ciononostante, dalle statistiche capisco che le visite sono parecchie e per questo devo ringraziare il planning che sta dietro al mio blog e che ho imparato a sfruttare al meglio proprio a seguito di questo periodo.

  • Cosa significa "planning"?
Planning significa pianificazione. Nello specifico, nel caso dei blogger significa la pianificazione di contenuti, post, GA, varie ed eventuali in modo tale da avere sempre un piano editoriale che non vada a discapito della nostra vita sociale.
  • Quali strumenti posso utilizzare?
In questo post vi avevo parlato della pianificazione dei post: è utilissimo, io personalmente scrivo tutti i miei post con largo anticipo. L'unica eccezione sono i wrap up, che non posso certo pianificare, ma tanto per il blog quanto per la pagina facebook pianifico, pianifico, pianifico. Forse toglie l'emozione del momento, ma evita lo stress. Soprattutto se il vostro blog non è a scopo lavorativo ma è un hobby, vi conviene prendervi di quando in quando un pomeriggio per pensare agli argomenti e per stenderne quantomeno una bozza. I ritocchi possono anche essere fatti a ridosso della pubblicazione, ma lo scheletro di base del post dovete averlo pronto in anticipo. Questi sono strumenti semplicissimi, anche se volendo ci sono ulteriori strumenti facilmente reperibili in rete; tuttavia per la mia esperienza la pianificazione di blogger e facebook è più che sufficiente per un blog amatoriale.
  • Quali vantaggi ho con la pianificazione?
Prima di tutto, e non è un punto da sottovalutare, la pianificazione vi salva da inconvenienti e imprevisti: vi svegliate una mattina con la febbre e non riuscite nemmeno a guardare il monitor, il vostro pc si rompe, scoppia un incendio in casa, vi muore il criceto e VOI NON AVETE PIANIFICATO NULLA. Ciò significa che il vostro blog rimarrà inattivo per un certo periodo, durante il quale alcuni follower potrebbero decidere di non seguirvi più. Inoltre, avere un piano editoriale vi eviterà di ripetervi: se come me avete un blog in cui parlate di tanti argomenti diversi, ripetersi e affrontarne uno solo per molto tempo rischia di farvi diventare monotematici (se io per tre mesi parlassi solo di libri, senza toccare topic come i viaggi o simili il mio blog comincerebbe ad essere seguito SOLO da bookbloggers, i quali scapperebbero non appena io tornassi a parlare di film o serie tv, finendo in un circolo vizioso senza fine). Questi sono solo due dei molti vantaggi della pianificazione: sta a voi dirmene altri che derivano dalla vostra esperienza.
  • Come posso gestire il planning senza confondermi?
Io sono un'anima analogica e uso un'agenda. Ce ne sono tantissime, per ogni gusto ed ogni tasca. Io personalmente ne ho due, una per il blog e una per gli impegni personali: se per la seconda ho comprato quella meno costosa da Tiger spendendo qualcosa come 50 centesimi, per la prima ho fatto un piccolo investimento e ne ho ordinata una personalizzata da una ragazza su Etsy. In tal modo per ogni mese ho a disposizione: quattro/cinque fogli divisi ciascuno in sette giorni della settimana, un riepilogo mensile, un foglio in cui segnare le statistiche con dei grafici e alcuni fogli bianchi per appunti vari ed eventuali. Personalmente, però, ho sempre trovato utili anche i planner scaricabili: su questo sito ne potete trovare moltissimi, oltre ad altri contenuti molto utili per il vostro blog. Una mia amica, invece, si stampa ogni anno un grosso calendario, le cui caselle sono grandi abbastanza per contenere un poema, e lo appende sulla scrivania per avere sempre tutto sotto gli occhi.
A questo punto confondersi è praticamente impossibile: se riuscirete con un colpo d'occhio ad avere un'idea complessiva del mese in corso, fare post simili tra loro oppure troppo frequenti (o al contrario troppo poco frequenti) oppure sparire per settimane sarà impossibile.

Naturalmente queste sono solo le mie idee, derivanti dalla mia esperienza personale. Voi invece che mi dite? Usate tools particolari o avete strategie specifiche? O al contrario non avete alcuna strategia e vi trovate benissimo così? Raccontatemi la vostra esperienza, non si finisce mai di imparare dallo scambio tra blogger! :)

6 commenti:

  1. Ciao nuova iscritta bellissimo il tuo blog e il post è davvero utile, anche io uso un'agenda e cerco in tutti i modi di pianificare il lavoro al meglio. Se ti va, mi farebbe piacere, passa dal mio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta, sono contenta che questo post ti sia stato utile! Passo volentieri da te :)

      Elimina
  2. L'organizzazione non è esattamente una delle mie qualità. In (quasi) quattro anni di blogging sono riuscita a programmare tipo 20 post (?) e tutti il giorno prima di pubblicarli, quindi non sono nemmeno sicura possa chiamarsi programmazione ahahahahah
    ho provato anche con app, agende, ecc. ma niente. Sono un caso perso XD ma non smetto di provarci :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo comunque che hai un bellissimo blog! La sezione "Varys ed eventualis" mi ha fatta un po' innamorare di te haha
      La programmazione del blog deve comunque adattarsi al blogger, se dopo quasi quattro anni ti trovi bene vuol dire che per te va bene così :D Ciascuno ha una storia diversa! Seguo comunque molto volentieri il tuo blog, lo sto sfogliando e mi piace un sacco!

      Elimina
  3. Io sono esattamente come Giusy, non pianifico, se non quando ho delle scadenze precise, e passo del tempo più o meno lungo senza pubblicare nulla... Non voglio che il blog diventi una fonte di stress, ma prima o poi aggiungerò una sezione apposita nel mio Bullet Journal, più che altro per non dimenticare qualche "idea geniale" :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo sempre le foto del tuo journal quando le pubblichi *-*
      No, su questo sono d'accordo, il blog finché rimane un hobby non deve causare stress di alcun tipo! Chi lo fa per lavoro è un conto, ma chi lo fa per passatempo no!

      Elimina

Lasciami un messaggio, sarò felice di risponderti! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...